11 maggio 2011

Dietro una maschera


Mi scruti con occhi arroganti che trasudano disprezzo, non tenti neanche di chiarire e te ne vai nel tuo insipido silenzio. A dividerci i tuoi mille alibi. A dividerci il tuo orgoglio: uno spaventapasseri che ti guarda i piedi mentre il vento trascina via con sé tutto ciò che ha dilaniato.
Un fungo che si nutre della tua anima, comprata a basso prezzo, svenduta, ridotta a merce di scambio.
Un fantasma che ti ha trasformato in una fragile bambola di porcellana che aspetta, su una mensola polverosa, un comando, un segno qualsiasi per tornare a muoversi. Non sai più farne a meno: al solo pensiero ormai soffri di vertigini.
L’orgoglio ti rende vittima di te stesso e nemmeno te ne accorgi. Non è la tua natura, non è parte di te. È solo una debole ombra che scompare non appena deponi tutte quelle maschere che ti ha messo addosso. Che scompare non appena smetti di aver paura. Paura di soffrire.

29 commenti:

A. ha detto...

leggendoti mi è venuta in mente questa frase:

ma non ti accorgi che è solo la paura che inquina e uccide i sentimenti

Battisti- La collina dei ciliegi

Ciauz!

chaillrun ha detto...

Orgoglio, paura di soffrire, maschere.. tante sfaccettature, molto personali.
Nella vita ciascuno può fare e agire in tanti modi: finché lo si fa con la buona intenzione, allora valgono tutte le paure del mondo, che ti può anche spronare.
L'importante è fare e non subire: facile a parole, meno facile nella realtà, bisogno cmq provarci :)

♥♥♥ Maddy ♥♥♥ ha detto...

Ciao Marcello,
la fragilità quasi IMPONE delle maschere...
...e chi non le indossa, soccombe...
...eccezion fatta per chi ha fede...

Un abbraccio*

Maddy
http://charitydrops.blogspot.com/
maisamoreefantasia.blogspot.com/

lucia4512000 ha detto...

Queste tue parole mi fanno pensare ad un'amica, ad una persona che in un certo qual modo ti interessa e che in questo momento a causa del maledetto orgoglio che tanto male procura ai rapporti umani,non riesce a scrollarselo di dosso e soffre e fa soffrire. Sai? Queste persone
vanno aiutate nei limiti del possibile....e se rifiutano vanno compatite nel senso che si "patisce con" loro.Ciao Marcello

Demetra ha detto...

Penso che ognuno di noi volente o nolente indossi delle maschere , tutte le volte che a lavoro ingoiamo dei rospi come con gli amici o in famiglia .
Chi non ha mai finto simpatia per un/a collega semplice mente per non avere problemi ? o finto entusiasmo per una serata organizzata da tersi per non sembrare musone/i.

Il problema cresce con quelle persone che la maschera la indossano 24 ore su 24 fino a non ricordare più la loro vera essenza.

Barbara ha detto...

Ecco io sono una di quelle persone che non indossa maschere. Non accetto i compromessi e non abbasso mai la testa. Il buon viso a cattivo gioco non fa per me... e per tutti questi motivi mi sono ritrovata spesso sola.
Ma va bene cosi, a distanza di tempo e crescendo ho imparato ad amarmi per come sono e a tenere nella mia vita solo chi mi accetta per come sono. Per quanto riguarda le paure ne ho talmente tante che non saprei da dove cominciare.. So solo che proprio in questi giorni ho iniziato la mia battaglia per sconfiggerla... Chissà se ci riuscirò.

Bellissimo questo blog... vi seguirò con tanta curiosità.

Marcello Affuso ha detto...

Io credo che l'orgoglio sia un meccanismo difensivo perverso e molte volte fin troppo controproducente. Tutti o quasi indossiamo delle maschere, ma il punto è che, secondo me, dovremmo essere più istintivi e spontanei, non farci condizionare dalla paura o da remore di nessun tipo. Mi da troppo fastidio sentire frasi come "vorrei, ma l'orgoglio me lo impedisce", sono scuse dietro cui si nasconde chi non ha il coraggio di fare il primo passo, niente di più.

Joe Black ha detto...

"Lascia che l'anima rimanga fiera e composta di fronte ad un milione di universi".
Walt Whitman

"Meglio essere vigliacchi per un minuto che morti per il resto della vita"! Woody Allen

Io credo che nella vita a volte le maschere indossate aiutano a schermare le paure nei momenti più difficili altre, invece, servono solo a nascondere le proprie verità. Bel post Marcello!
Elisena

Elena-koaladebista ha detto...

Che bello questo blog! Vi ringrazio per essere passati da me e spero che ci troveremo spesso!
Buona giornata!

Giusy ha detto...

L'orgoglio è un virus che uccide lentamente l'anima. Credo davvero che chi si lasci comandare da lui non abbia capito come va vissuta questa vita. I dolori, le cose spiacevoli e tristi sono all'ordine del giorno e accadono, purtroppo, non per nostra volontà. La vita, però, tenta di equilibrare questa situazione ponendo di tanto in tanto lungo il nostro cammino briciole di bene e di positività. E mi sembra così stupido non coglierle ad una ad una semplicemente perché siamo troppo orgogliosi per abbassarci e crediamo arrogantemente di poterne fare a meno poiché pretendiamo che sia il bene a venir incontro a noi che stiamo lì, fermi come una bambole di porcellana....

Marcello Affuso ha detto...

Blogger ha dato in giornata molti problemi, e come potete vedere si sono cancellati alcuni dei vostri commenti, speriamo di poterli recuperare presto.

liberamentesemplice ha detto...

Una piccola dose di paura spesso ci salva perchè ci fa essere prudenti, accorti e ci da la misura del pericolo. Quando invece ci investe in maniera massiccia allora diventa
il mostro più spaventoso..soggiacere alle sue spire fa si che l'individuo si paralizzi e si trasformi in vittima..
Non assecondiamola mai..lei odia essere guardata dritta negli occhi e chiamata per nome.
Un abbraccio e felice domenica
Vera

;Mel.© ha detto...

A me invece, leggendoti, è venuto in mente Pirandello! Mah, sarà per la maschera! :3
Ti seguo, a presto. :)

Roscio ha detto...

Spesso un passato prepotente e negativo innesca dei meccanismi perversi che dilapidano l'anima facendola diventare un'arida distesa di sabbia. Compatire chi si trova in queste condizioni non fa che aumentare il disprezzo e la mancanza di rispetto nei confronti degli altri. Se si sentono giustificati, si sentono autorizzati a usare gli altri come mezzi per i loro scopi e poi gettarli via. Bravi camuffatori e mistificatori della realtà!

Galatea ha detto...

Felice di assere venuta a conoscenza di questo splendido blog, complimenti, lo spulcerò pian pianino gustandolo parola dopo parola, aadoro questo stile.
Ognuno di noi ha le sue maschere e credo che pochi hanno la fortuna di trovare altre persone con le quali si possa restare completamente nudi.

Mirta - Luce nel cuore ha detto...

Macerllo questo brano rinchiude grandi verità. Grazie della visia e commento nel mio blog. Un carissimo saluto!

kate ha detto...

Non è facile smettere di avere paura quando per tutta la vita è stata la tua compagna....anche imposta.....

Buona giornata kate

Patrizia ha detto...

Purtroppo a volte mettiamo maschere per difesa, per non dare modo agli altri di farci del male, ma questo però non deve impedirci di vivere la nostra vita, farsi sempre sopraffare dalle paure diventerebbe a lungo andare deleterio e sarebbe solo sofferenza unicamente per noi stessi. Ad un certo punto la maschera va deposta e si deve trovare la forza di affrontare anche le avversità. E' difficile, molto difficile a volte, ma bisogna tentare. Ciao e grazie per la lettura che hai dato alla mia foto, mi piace molto. Patrizia

Aurora ha detto...

L'orgoglio, di per sé una parola positiva, finisce troppo spesso per fare del male a noi stessi quando è male impiegato.
Le maschere, pure quelle sono ambivalenti: ho sempre detestato chi si mette una maschera per piacere a tutti e nascondere una brutta anima.
E in questo io ho sempre inteso la parola maschera in accezione negativa.

Vedo che ci sono altre interpretazioni che non contemplavo molto, maschere che non servono a ingannare per essere sempre apprezzati, ma che si indossano solo per ripararci un poco dai dardi del mondo? Dovrei imparare a metterne anche io allora!

Sabrina ha detto...

ciao marcello,passo per un saluto ma soprattutto per ringraziarti di aver fatto visita al mio blog.complimenti anche per questo spazio,molto molto carino davvero!

carl8 ha detto...

Il mondo è popolato di maschere. Ogni mattina ne indossiamo una diversa, per poi toglierla la sera col trucco e scarpe.
Quando ci specchiamo nudi allora ecco comparire i fantasmi che abbiamo cacciato nel fondo più buio della nostra anima, affogare nel mare immenso dei nostri occhi, superbi interlocutori afoni.

dandelion67 ha detto...

...quanto è difficile soffermarsi ad ascoltare veramente ciò che l'altra parte vuole trasmetterci...l'orgoglio è la strada più facile...eppure, se riusciamo a metterlo da parte ed abbassiamo le barriere che ci dividono, allora sì che i veri sentimenti escono allo scoperto ...e la Vita è vissuta appieno. Un post che fa riflettere, complimenti Marcello..sereno giorno..
Dandelìon

Marcello Affuso ha detto...

è bello scoprire quante prospettive diverse abbiamo. Grazie a voi di dedicarci il vostro tempo :-)

Marta ha detto...

la consapevolezza di tutte le maschere e di tutte le sfaccettature che abbiamo, è ciò che ci fa comprendere quanto noi umani siamo complicati, ma anche splendidi a partire da noi stessi con noi stessi!

fata ha detto...

Tutti è vero chi più chi meno, indossa un mascera... forse due a seconda dell'occasione.
Come un vestito s'indossano... si usano e si gettano...
Io che di maschere non ne ho mai indossate, non perchè sia migliore...ma perchè tra mille difetti sono vera... mi sento sola e sono tacciata io per la diversa... colei che paradossalmente indossa la maschera.. quella della coerenza e divento elemento di disturbo, di pesantezza... una pedina difettata del gioco della vita.
Non importa... non mi spersonalizzerò mai..questa è la mia sola certezza...
A voi i miei complimenti per il vostro blog... continuerò a leggervi...
Una dolce notte
Fata scalza

fata ha detto...

Tutti è vero chi più chi meno, indossano una maschera... ( scusa mi sono confusa)

"Italian Girlfriend" ha detto...

Grazie mille per essere passato a trovarmi.
Ho letto alcuni dei tuoi pezzi e li ho trovati ispirati, personali, molto belli.
Mi piace il tuo blog, rappresenta la mia idea di scrittura: uno sfogo artistico ed emotivo. Sapere che qualcuno legge quello che scrivi e si confronta con le tue emozioni e'la magia del blog!

Carol (Italian Girlfriend)

Saamaya ha detto...

L'Orgoglio ci rende prede facilmente vincibili. E per questo trasformabili e plasmabile del sentimento che più temiamo: superbia, gelosia, arroganza, cinismo, egoismo,... innumerevoli, le maschere.

❤‿❤ ... Moon ... ❤‿❤ ha detto...

Premesso che non avevo notato questo blog,devo ammettere che mi piace davvero è d'ora in poi vi seguirò ;), vorrei anche aggiungere che ...
UFF ...
sono "orgogliosa" anche io ... e sai quanti treni ho lasciato e visto partire per questo brutto virus ???
Soffre chi lo ha e chi lo subisce ...
A presto Marcy ...

Posta un commento