25 maggio 2011

Anche nel buio


Certe volte è meglio perdersi. Uscire dagli schemi dell’ordinario. Ignorare le orme altrui e camminare a piedi nudi sui carboni ardenti se è ciò che il cuore comanda. Spiccare il volo oltre i confini tracciati dai sensi, permettendo alle ali di seguire la scia dei sentimenti. O cadere, cadere con violenza e ostinazione costeggiando il baratro senza mai precipitarvi davvero. Dopo aver sofferto tutto avrà più sapore, sarà più vero, più fragile e prezioso. Bisogna perdersi per diventare adulti. Lasciarsi bagnare dalla pioggia e dal sole con la stessa delirante allegria. Crollare sotto il peso dell’incoscienza, assuefarsi all’incostanza, non abituandosi a niente se non a costruire.
Costruire trampolini per il domani non dimenticando che esiste un oggi. Assecondare un’idea e sbarazzarsene subito dopo. E capire, capire cosa realmente stai cercando. Perché in fondo non conta dove le tue scelte ti porteranno ma che riesci anche nel buio a trovare la strada di casa.

37 commenti:

Giada ha detto...

E' molto bello questo tuo scritto. Mi è piaciuta la tua frase "assecondare un'idea e sbarazzarsene subito dopo", un pochino mi ha fatto pensare alla pittura.
Ciao!!!!

Artemisia1984 ha detto...

...Bisogna toccare il fondo..per poter risalire, facendo leva con i piedi dandosi una spinta verso l'alto..
Bel pezzo..

Lina-solopoesie ha detto...

Ciao. ... Giusto !!! anche nel buio si trova la strada di casa .Ma aggiungo che nessuno sa qual'è la strada giusta per noi, noi facciamo delle scelte con la speranza di riuscire a trovarla o quanto meno avvicinarci Ma sappiamo che Inoltre anche se l'abbiamo trovata non lo sapremo mai.!!la strada giusta si trova sempilcemente andando dietro a tutte le cose giuste a a cose per cui siamo portati ,si trova solo se saremmo sereni e in pece con noi stessi facendo dei sacrifici per avere in cambio qualcosa e disponendo la propria vita in una situazione equilibrata! quando ci saremmo contenti e soddisfatti della nostra vita solo allora avremmo preso la strada giusta!!
CIAO LINA

liberamentesemplice ha detto...

E' la sete di conoscenza, di sperimentare, provare,misurarsi, capire..che muove i nostri passi.Tutto questo non è mai facile e indolore..c'è un pò di Ulisse in ciascuno di noi.
Mi piacciono moltissimo le tue riflessioni Marcello, segno che non ti lasci scivolare addosso la vita, ma vuoi esserne il protagonista consapevole.
Un abbraccio

Anonimo ha detto...

@ JOE BLACK HA DETTO:
Caspiterina, Marcello, sei giovane ma le idee le hai ben chiare e soprattutto sai esporle in un modo semplice ma molto costruttivo!
Complimentoni, proprio un bel post!
Un abbraccione
Elisena

P.S.: Ho ancora problemi con blogger (((((

... daisy... ha detto...

Che bellissimo post! Veramente...
spesso però è difficile trovare il coraggio...

il_cesco ha detto...

Vorrei scrivere qualcosa di profondo, ma quello che mi viene in mentte mi sembra troppo banale. In ogni caso, se avessi voluto scrivere un post di questo genere l'avrei scritto così. Anche il tuo (vostro?) blog non è male, ho dato un'occhiata e credo proprio che ti seguirò "sia in silenzio sia commentando". Non divento follower di un blog solo per cortesia, per ricambiare una visita, anche se, in questo caso, devo ammettere che non conoscevo il tuo blog e ci sono arrivato tramite il commento postato sul nostro...ci vediamo qui (o lì, se ti va di passare per altri "saluti") il prima possibile :) Ottimo lavoro!

`·. ̧ ̧.· ́ ́ ̄`··.Giusy.·`·. ̧ ̧.· ́ ́ ̄`· ha detto...

Ciao Marcello lieta di conoscerti"qui nel tuo blog".Grazie per il tuo passaggio da me...:)
Questo post è bellissimo...molto veritiero.
Ora ti dico la mia.
La Vita caro Marcello è una grande scala...ci sono tantissimi gradini...giorno dopo giorno si sale....un gradino per volta...
Ed ogni salita ci sono,sentieri belli,tortuosi,bui,brillanti,c'è dolore,allegria ecc.
Sta a noi capire e scegliere la retta via...sta a noi comprendere cosa e chi ci fa bene e chi ci fa male...ma ahimè non è sempre così...è vero.
C'è l'inganno sempre in agguato...che si veste in maschere diverse per opprimerci...ostacolarci...ferirci...e dannarci l'anima.
Cadiamo nelle mani delle tenebre oscure...in fondo al pozzo...facendoci del male...usiamo anche noi vesti che non ci appartengono ma ci viene imposto di indossarlo.
Facciamo cose scorrette agiamo in modo errato...e ci ritroviamo soli e in un mare di guai...rimorsi...rimpianti...e ci ossessionano.
Ma consapevolmente quando nel buio quella piccolissima scintilla ci fa luce...ritorniamo su!con tanta forza ci aggrappiamo alla salita...e piano piano rimarginiamo le ferite...cerchiamo di rimediare gli errori...e di chiedere scusa a chi abbiamo volutamente e involontariamente fatto del male.
Marcello...tieni sempre dentro di te quella fiammella accesa nel tuo cuore...falla illuminare sempre...hai una luce bellissima nella tua anima...e ricorda che la strada maestra è li...sempre li davanti ai tuoi occhi...non mollare mai la presa...segui la scia...che non ti sbagli mai...
Sei una bella persona.Bravo.
Serena notte.
P.S.Mi sono inserita tra i tuoi amici.:)

Paola ha detto...

Buio che non rappresenta un ostacolo al pensiero...
Buio che non nasconde ma svela...
Buio che rivela luce nel cuore...

Ciao Marcello... è un piacere far la tua conoscenza... e ringraziandoti della visita... ti lascio una felice giornata... a presto!!!

`·. ̧ ̧.· ́ ́ ̄`··.Giusy.·`·. ̧ ̧.· ́ ́ ̄`· ha detto...

IL buio è tenebre!
il buio inganna!
il buoi uccide!
il buio tormenta!
il buio ci rende inconsapevoli di reagire in modo giusto!
Quindi Marcello...dove c'è buio c'è inganno...
tieni sempre con te la fiaccola accesa...e prosegui il cammino senza girarti mai...vai sempre avanti...la meta è lontana...ma quando sarai arrivato in cima...guarderai l'orizzonte con orgoglio.
Ti stringo.

Sailor Fede ha detto...

"Dopo aver sofferto tutto avrà più sapore, sarà più vero, più fragile e prezioso. [e tutto il resto]"

Quoto, purtroppo sono le sofferenze a farci crescere, a darci la forza per andare avanti, a farci capire che non è una sconfitta cadere ma lo è non rialzarsi... sarò banale, ma sono le sofferenze a darci la voglia di lottare ed andare avanti!

Marianna ha detto...

Ogni tanto bisogna uscire fuori dagli schemi certo senza scavalcare quel muretto troppo alto e, se "incontri" il buio, sappi che è solo mistero ...nulla di che, un mistero che tu solo svelerai ciao Marianna

;Mel.© ha detto...

Anch'io in un vecchio post tempo fa avevo citato appunto che bisogna soffrire per apprezzare realmente ciò che la vita dona di più bello, altrimenti non s'apprezzerebbe. Poi, il tuo di post ha portato il mio pensiero dritto ad una canzone che semplicemente adoro:
"Vedo una luce in lontananza, corro più forte perchè sò che quella è l'unica speranza. La luce si fa spessa, aumenta, è intensa; il buio attorno scompare, scompare l'incertezza. La paura lentamente si allontana, lascio che la luce cancelli ciò che prima mi spaventava; e se adesso mi guardo indietro mi accorgo che il buio di quei giorni è solo un lontano ricordo."
Questo che ti ho scritto è solo un piccolo pezzo, quello finale, e forse può sembrare nulla di particolare; ma tutto il testo merita secondo me, e davvero tanto.
A presto ;)

zebachetti ha detto...

bel post percorsi a volte indispensabili che una persona deve seguire perchè la vita è questa ti auguro una buona giornata nazzareno

sonoqui ha detto...

Buongiorno Marcello, soprattutto nel buio
riusciamo a vedere la nostra Anima, perché
"lei" ci illumina il sentiero da percorrere.

Una giornata di Luce
gina

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Certe volte se non si tocca il fondo,non si riesce a vedere la luce.Saluti a presto

Laura ha detto...

*Bisogna perdersi per diventare adulti. Lasciarsi bagnare dalla pioggia e dal sole con la stessa delirante allegria.* bellissimo pezzo e bellissme le tue parole...e anche se dal pozzo più bero e profondo non arriva lace...prima o poi piano piano risalendo l'uscita ci sarà. Ti seguo.

achab ha detto...

Ciao Marcello,grazie della tua visita,ottimo post.
Ciao.

Patrizia ha detto...

bisogna prima o poi trovare il coraggio di affrontare l'ignoto o resterà sempre un'incognita e il dubbio di aver perso qualche cosa che poteva essere veramente importante. Si cade, ci si fa anche male al buio, ma bisogna tentare e se accade di cadere bisogna anche trovare la forza di rialzarsi e riprendere a camminare
Ciao, Pat

Marcello Affuso ha detto...

Ognuno di voi leggendomi si è guardato dentro, scovando tra le righe frammenti della propria vita, delle proprie esperienze e allo stesso tempo si è immedesimato in me, cercando di capire come sono. è questo che amo dello scrivere, l'empatia che si crea tra scrittore e lettore. Grazie a tutti.

Laura ha detto...

Finalmente i tupi follower funzionano...e quindi ti seguo!!! E ti metto anche nel mio blogroll!

Marcello Affuso ha detto...

:-)

tiziana ha detto...

Questo nostro mondo è una continua evoluzione di emozioni. A volte si fanno scontri spiacevoli, altre volte è gradevole lasciarsi trasportare alla continua ricerca di emozioni, di sentimenti. E' un fenomeno interessante che scopro piacevolmente giorno dopo giorno. Belle le tue considerazioni. A presto.

I am ha detto...

Che belle parole hai scritto, sono profonde, vere, riflettono l'animo di chi non vive nel qualunquismo di una vita con schemi dettati da altri.
Ciao a presto

michelepunziano ha detto...

Assecondare un'idea e poi liberarsene un momento dopo, hai messo l'accento alla regalità di un solo momento.
Bravo.

mimaebasta ha detto...

Che bello Marcello!!!!Mi piace moltissimo il tuo modo di scrivere,la capacità che hai di farmi sentire le tue emozioni... e di emozionarmi con te!La parte che preferisco?Perché in fondo non conta dove le tue scelte ti porteranno ma che riesci anche nel buio a trovare la strada di casa."
Ciao buona giornata mille kiss MIMA!

LadyRevolution ha detto...

Ci vorrà tempo ma la luce arriva sempre. Continua, non fermarti e vedrai lo spiraglio.

Bellissimo post.
Un sorriso....

asdasandonato ha detto...

Caro Marcello,
Grazie per essermi venuto a far visita nel mio blog lartedinadia. Sai, tu sei molto giovane, io invece sono stagionata e come tutti nella vita ho fatto le mie scelte, ho sofferto, sono cresciuta ma ancora sogno nonostante i numerosi capitomboli. Nel corso degli anni ho maturato cinque convinzioni: 1. In vita si può tutto, basta volere fortemente ed osare, per me volere vuol dire "volare"; 2. siamo tutti necessari ma nessuno è indispensabile; 3. la vita è fatta di scelte; 4. a tutto c'è rimedio, tranne che alla morte; 5. nulla è per sempre. Se vai a visionare il blog ASDA (Associazione San Donato Arte), abbiamo pubblicato una bella poesia e due dipinti di una nostra socia. Nel mio blog personale lartedinadia invece niente di nuovo (sto battendo la fiacca).
Ciaooooooooooooooooo
Nadia (segretaria ASDA)

blueeyes2010 ha detto...

Ho fatto un tuffo nel passato, sono tornata alla mia adolescenza, quando ogni cosa aveva il sapore dell'avventura, il gusto della scoperta, quando riuscivo, senza pormi troppe domande, ad uscire fuori dagli schemi dettati da una società finta e priva di schiettezza. Ma poi, inevitabilmente, arriva lei, si, arriva la maturità, arrivano le responsabilità ed ogni scelta viene fatta dopo averla ponderata bene. Si perde il gusto della spontaneità, però c'è di buono, se buono può essere, che eviti tante batoste (il mio è solo un modo per trovare qualcosa di positivo anche laddove non c'è nulla di positivo) :)
Un abbraccio Marcello, a presto
Orsola

viola ha detto...

Ciao, che bello il tuo post. E' tutto intriso di giovinezza, di speranze... Ma anche di consapevolezza e serietà. Mi fai tornare indietro nel tempo... Nella mia vita senz'altro ho molto sbagliato, sono così umana!!!, Però ho sempre preso le mie decisioni da sola, dopo mille intorcimenti cerebrali e di panza, ma poi facevo ciò che in quel momento era più giusto per me, quello che mi sentivo dentro. Poi, a posteriori...Magari capivo che non avevo scelto così bene, ma al momento della scelta ne ero certa. E questo dà tranquillità. Forse non mi sono spiegata bene, ma credo che non ci si debba far condizionare da nessuno. Un abbraccio forte forte

Anonimo ha detto...

che bel post: mi piace quest'idea di costruire trampolini senza scordare che per buttarsi domani prima bisogna vivere a pieno l'oggi!

Federica,
http://unaciliegiatiralaltra.blogspot.com

Filippo ha detto...

Quando si dice che è il viaggio che conta e non la meta è proprio vero . Siamo esseri mutevoli, abbiamo bisogno di evolverci ogni giorno.

Ciao Marcello

Eva Q ha detto...

Ciao Marcello sono venuta a ricambiare la tua visita...uao qui è molto bello...ho letto un po' di post e scrivi davvero bene,quindi ti seguo molto volentieri.
Per quello che dici qui mi piacerebbe citare il Lorenzo e una sua canzone "forse fa male eppure mi va di stare collegato di vivere di un fiato di stendermi sopra al burrone di guardare giù la vertigine non è paura di cadere ma voglia di volare...cosa sei disposto a perdere".
La vita è fatta di momenti belli e brutti,ma ognuno ti insegna qualcosa e non bisogna aver paura di vivere perchè ogni giorno sprecato è un delitto.
Un saluto a presto ;)

Francy274 ha detto...

Spesso la saggezza sembra essere prerogativa dell'età, ma so da molto tempo che non è così. Ci sono più giovani saggi, e sempre più vecchi svampiti. La Tua strada è quella giusta, l'importante è non dimenticare mai di essere stati giovani ed avere avuto simili sogni.
Un caro saluto Marcello :)

REDSTORM ha detto...

ciao..complimenti il tuo blog è bellissimo..sono lieta di passare a trovarti perchè trovo i tuoi post molto reali!!
kiss!!

Raggioluminoso ha detto...

Grande il messaggio che hai scritto - molti lo dovrebbero leggere, per non lasciarsi piegare dalle avversità e per saper trovare la strada giusta. Molto bravo

chicchina ha detto...

Hai idee chiare ed un pensiero positivo.E guai se così non fosse,dai più giovani ci aspettiamo coraggio e un po di sogni.
Bello,trovare la strada di casa,sempre,anche nel buio.Un cordiale saluto.

Posta un commento