7 aprile 2014

La pienezza di quelle emozioni!


Ci sono momenti in cui è come se si avesse addosso qualcosa come un macigno, accompagnato dall'insostenibile sensazione del 
"che cavolo ci faccio io qui?".
Ecco, quella sensazione io non ce l'ho avuta, l'ha sostituita la pienezza di chi avevo intorno. La pienezza di quelle emozioni di gioia, serenità, forza, appagamento, gratitudine e speranza. Sono emozioni che non si scordano, sono emozioni che segnano e che rendono la vita ancora più degna di essere vissuta!






4 marzo 2014

Scarabocchi


“Io sono verticale ma preferirei essere orizzontale.”

Preferirei cancellare ciò che sono diventato, ciò che mi riflette oggi: verticale, alto, composto, uomo affannato dai doveri, incastrato nei contorni di un copione. Costretto, anche in queste righe che per me erano la fonte per eccellenza di libertà, da regole, formalità che frammentano il pensiero. Vorrei lasciare tutto e stendermi per terra. Fissare in silenzio il soffitto con la finestra spalancata. E descrivere ogni singola sensazione che mi attraversa. Ma non ne sono capace, non più.
La realtà mi limita, imponendomi schemi entro i quali sto stretto.
M’impone d’indossare le scarpe che avevo da bambino e che adesso non mi calzano più.
Vorrei buttarle via e camminare scalzo, a piedi nudi e sentirmi libero di essere, senza preoccuparmi del ruolo che devo interpretare.

13 febbraio 2014

Noi...



Eravamo due mondi apparentemente diversi,
estranei persino ai disegni delle nostre fantasie.

Due mondi il cui incontro, probabilmente,
sarebbe stato uno scontro devastante.

Avremmo potuto generare 
un terremoto catastrofico
o una stella.


Noi abbiamo deciso di brillare!